Storia e filosofia

La Vetreria Perletti è stata fondata il 12 marzo 1982, a 35 anni, da Giuseppe “Mario” Perletti, e ha visto l’entrata del figlio venticinquenne Luca nel 1996, dopo esperienze di studio e lavoro fuori cantone. Dal 2008 è divenuta “Alla vetreria Perletti Sagl”.

Da sempre vi è una collaborazione con Lorenza, moglie di Mario, a cui da alcuni anni si è aggiunta Daria, moglie di Luca.

Niccolò, classe 1998 e terza generazione Perletti, diplomato vetraio AFC, ha svolto l’apprendistato di 4 anni in due parti: i primi due anni presso la ditta Beffa, gli altri due anni presso l’azienda di famiglia con diversi stage in altre aziende ticinesi storiche. Tuttora da operaio continua a formarsi seguendo corsi professionali. E’ appassionato di musica elettronica e frequenta festival internazionali in tale ambito; nel tempo libero fa il deejay e spesso anima feste ed eventi. Segue fedelmente una squadra di Hockey ticinese, ma qui taceremo quale.

Le tre sorelle Bianca, Zoe ed Aurora sono studentesse ma non disdegnano di dare una mano mentre il piccolo Federico è un appassionato di furgoncini ed attrezzi e, quando può, accompagna fratello e papà nei sopralluoghi.

Anche i collaboratori entrano in questa dinamica e, inevitabilmente, l’azienda ha da sempre una connotazione famigliare, flessibile, con un affiatamento che rende il servizio alla clientela “pieno”, attento e responsabile.

Il fondatore Giuseppe Mario Perletti, nato e cresciuto a Bergamo (Italia), dopo la scuola dell’obbligo, nel 1960 ha cominciato a lavorare quale vetraio. In seguito, prima di svolgere il servizio militare, si è trasferito per qualche mese, nel canton Ticino dove la sorella era attiva professionalmente.

In questi mesi in terra straniera ha lavorato e, soprattutto, conosciuto una giovane ragazza bellinzonese che ha cambiato il suo destino… In effetti, finiti i 18 mesi di paracadutista-alpinista, avrebbe dovuto partire per il Canada ma, appunto, l’incontro è stato “fatale” e lui è tornato in Ticino, stabilendosi a Bellinzona e cominciando a lavorare quale vetraio presso le ditte Rota e Santini, .

Con il matrimonio e l’arrivo dei due figli, Luca e Laura (attiva nel settore sociale, con alle spalle lunghe esperienze all’estero nella cooperazione), Giuseppe “Mario” ha realizzato una piena integrazione nel tessuto sociale ed economico ticinese, facendo nascere e crescere la propria ditta, relazioni ed amicizie che lo hanno portato a costruire, da buon bergamasco, qualcosa di ben solido e concreto.

Le passioni come il ciclismo amatoriale, i viaggi, le passeggiate ed il suo essere un incallito “fungiatt” lo hanno portato, oltre che per motivi professionali, a muoversi nel territorio, a conoscerlo ed amarlo.

Il figlio Luca lo ha seguito nelle passioni e nell’attaccamento al lavoro, portando innovazioni pur mantenendo la stessa dedizione e lo stesso rispetto verso la professione e le persone.

La nostra filosofia

Nel 2022 la ditta compirà  40 anni ed anche l’approccio che abbiamo verso il lavoro, la società e la clientela si è fatto più maturo: non vogliamo lavorare ad ogni costo e a qualsiasi condizione: ci è cara la qualità di vita, il rispetto dell’ambiente, delle regole e delle persone.

Questa filosofia si traduce in un approccio di vicinanza con i clienti, di servizio e disponibilità , di sorriso ed apertura, con l’intento di andare controtendenza evitando stress, negatività e l’eccessivo materialismo che caratterizzano la nostra società.

Ci piace

Ci piace fare le cose in maniera cosciente e responsabile, senza promettere cose che non possiamo mantenere.

Ci piace poter guardare negli occhi i nostri clienti.

Ci piace lavorare bene, dire grazie quando riceviamo un dono, chiedere scusa e rimediare quando sbagliamo.

Ci piace crescere e maturare con i nostri clienti e seguirli negli anni, per dei lavori, per un consiglio, per un caffè.

Ci piace essere positivi e considerare l’umanità un patrimonio spirituale meraviglioso per cui vale la pena impegnarsi ogni giorno.

Ci piace vivere, partecipare alla vita culturale, parlare con la gente, conoscere lingue e popoli, viaggiare, leggere, scrivere, fare ed ascoltare musica.

Consideriamo l’uomo un’entità spirituale che si è incarnata e non un essere di carne che può spiritualizzarsi; ci piace chi si dedica alla vita, agli altri, con umiltà e amore.

Ferruccio Cainero che dai nostri racconti si è ispirato per scrivere con Franco di Leo:

https://www.rsi.ch/rete-due/programmi/cultura/colpo-di-scena/Vite-di-vetro-12430872.html

Siamo qui per voi

Ad oggi siamo alla terza generazione che si dedica alla soluzione delle vostre problematiche ed esigenze costruttive quando si parla di vetro. Ci piace il nostro lavoro e ci piace poter sostenere e collaborare con i nostri clienti.

Contatti

Alla Vetreria Perletti Sagl

Luganese       091 945 52 30

Sopraceneri   091 825 66 41

Mendrisiotto 091 682 28 23

Mobile            079 471 69 39